Thorwald Alef, la pittura impressionista di inizio secolo

 Thorwald Alef fu pittore impressionista nonché grande scultore, nato a Jönköping in Svezia nel 1896, morto nel 1974. Thorwald Alef Ha studiato alla scuola di pittura di Caleb Althin tra il 1917 e il 1919 e all’Accademia di Belle Arti di Stoccolma tra il 1919 e il 1922 e successivamente di nuovo a Parigi. In Francia Thorwald Alef ebbe l’influenza degli impressionisti e postimpressionisti francesi come si può notare molto spesso nelle sue opere pittoriche. Thorwald Esordisce come pittore nel 1928, come un modernista precoce presso molte gallerie prestigiose. In seguito si dedica molto alla scultura, come oggi viene riconosciuto principalmente. Dopo periodi di malattia, quando non riusciva più a dipingere, fu anche arrestato per alcuni dei suoi lavori. Ha lavorato in particolare con Estrid Ericson su opere pubbliche di abbellimento di aree pubbliche svedesi: Giardiniere; Örtaträdgården in Vadstena. Meridiana, 1948 Granito, Brahe, il montaggio nel parco. ragazze Smaland, bronzo nel 1951, Brahe Park University. Ragazze abbronzate, 1956 lavora il marmo Ekeberg, Falkenberg. Riproduzione di ragazza, 1959 in bronzo, Tallbacken Timrå. Ritratto Busto di Ragnar Ostberg, 1971 bronzo, Stadhusparken a Stoccolma. Opere da lui realizzate si trovano anche presso la chiesa Hässjö e Gustavo Adolfo, presso la Chiesa a Sundsvall, alcune sue opere si possono ammirare presso il National Maritim Museum di Stoccolma, al Västerås Art Museum e alla Casa degli emigrati a Växjö, busti di calciatori, a Strömsborg a Stoccolma, oggi Thorwald Alef viene rappresentato anche al Västerås National Gallery. Molto apprezzato come impressionista materico l sue pennellate emotive, violente, carche di vibrazione e i suoi colori sognanti e a tratti forti esprimono fantasia e lasciano intravedere dei paesaggi dai colori inesistenti e sfuggenti.